Hex Mask UI Icons Arrow Down Arrow Left Arrow Right Arrow Up Brackets Calendar Checkmark Chevron Down Chevron Left Chevron Right Chevron Up Clock Close Connect Copy crown download Ellipsis External URL Favorite (off) Favorite (on) Fullscreen Help Home Info Live Minus Mobile Menu Mobile Overflow Paginate Dot (filled) Paginate Dot (empty) Pin Placeholder Icon Play Video Circle Play Video Plus Search Team No-Team-Logo_Fallback_003 Ticket Trophy User Input Video Video Play Icon World X Game Mode Icons Hero Icons Map Icons Platform Icons Exclusive on Battle.net Social Icons Mobile Discord Facebook Instagram Reddit Twitch Twitter VK Youtube Weibo WeChat Workshop Icons WorkshopControl WorkshopShare WorkshopInfinite

Magia dei filmati: uno sguardo agli effetti visivi e sonori dei corti di Overwatch

Magia dei filmati: uno sguardo agli effetti visivi e sonori dei corti di Overwatch

Nel 2014, la presentazione del mondo di Overwatch cominciava con un ritmo intenso di tamburi. Mentre immagini di un gelido fronte di guerra russo mostravano milizie armate fino ai denti e Omnic aracnidi, la musica aumentava in un crescendo di corni e violini angoscianti e una voce fuori campo pronunciava due parole: guerra globale.

Il caos era palpabile. Il mondo era stato devastato da entità robotiche malvagie e apparentemente inarrestabili, ed era ormai a un passo dall'anarchia globale.

Ma, tutto a un tratto, ecco arrivare un trionfo di trombe e, insieme a esso, una nuova speranza. Per la prima volta assistevamo a soldati, scienziati, avventurieri e altre peculiarità che costituivano le fila della task force internazionale che avremmo conosciuto con il nome di Overwatch.

Questo primo corto animato, e i molti a seguire, fu un connubio perfetto tra passione musicale e visiva creato dagli artisti e dai compositori, la cui opera sui filmati di Overwatch è stata ora raccolta in un secondo libro illustrato e un album. Insieme, The Cinematic Art of Overwatch: Volume 2 e la colonna sonora Overwatch: Animated Shorts raccontano l'impegno e il talento dei team che si celano dietro i corti di Overwatch. Abbiamo raggiunto alcuni membri di questi team per discutere gli sviluppi degli effetti visivi e audio dei corti animati di Overwatch.

Immaginario visivo

Il percorso di collaborazione del processo di sviluppo visivo dei filmati viene raccontato nel nuovissimo Cinematic Art of Overwatch: Volume 2, dai primi disegni e bozzetti ai render definitivi che caratterizzano le animazioni ricche e vive con uno stile grafico ardito, ormai diventate tratti caratteristici dell'universo di Overwatch.

Per il direttore creativo Jeff Chamberlain e il direttore video Jason Hill, il progetto di ogni filmato è stato largamente guidato dalle emozioni catturate in forma animata e rievocate negli spettatori di tutto il mondo. "Quando lavoriamo sui filmati, collaboriamo con il nostro team dei bozzettisti per esaminare ogni opzione, sia per i progetti dei personaggi, sia per l'ambiente," afferma Hill. "Esistono infiniti modi per suscitare un legame emotivo attraverso i colori o le inquadrature, oltre alle azioni di un determinato personaggio. Il mio obiettivo è di mettermi all'opera con il team di sviluppo visivo e trovare la miglior opzione possibile. Certo, fa comodo avere degli artisti estremamente talentuosi che propongono idee geniali strada facendo."

Ottenere un determinato legame emotivo con gli spettatori mentre si racconta una storia avvincente in un periodo di tempo limitato richiede un tocco delicato, un talento che gli sviluppatori passano anni di tempo ad affinare. I filmati di Overwatch durano solo pochi minuti, il che vuol dire che il team, stando a quanto afferma Hill, non può permettersi il lusso di narrare una storia lunga e contorta. "È importante provare a massimizzare l'anima e il cuore del pezzo che stiamo realizzando. In definitiva, questo si riduce ai personaggi e alle relazioni che intercorrono tra loro e il mondo che li circonda. Proviamo a scavare più a fondo sui bisogni specifici di un personaggio e costruiamo una storia attorno a quello."

La "Stella Polare" del team, afferma Chamberlain, è il loro desiderio di raccontare storie emotivamente coinvolgenti sui personaggi, in modo da entrare in sintonia con il pubblico. Il processo di sviluppo dei nuovi corti di Overwatch inizia col gettare le basi della storia che vogliono raccontare, che Chamberlain stesso definisce "la parte più brutale e gratificante dell'intero processo.". Dopo aver trovato l'idea perfetta, gli artisti cominciano a scolpire i momenti evocativi e gli archi narrativi dei personaggi inerenti a ogni filmato. "Animazione, luce, disposizione, telecamera, suoni, effetti... tutto contribuisce a come tu spettatore ti senti nel corso del filmato," asserisce. "Ci sono volte in cui rivediamo qualcosa e ci vuole qualche secondo a ritornare alla realtà per iniziare a discutere l'opera. Questi sono istanti in cui sai di essere sulla strada giusta."

Una parte importante del processo di sviluppo dei filmati, fanno notare Chamberlain e Hill, consiste nel lavorare in tandem con i compositori del team delle musiche di Overwatch per valorizzare quella forza trainante in più nella storia che viene raccontata. Suscitare la giusta risposta emotiva nel pubblico comporta mettere a punto degli impercettibili aspetti come i movimenti di camera, il doppiaggio e le musiche che fanno da collante al tutto. "La musica è una componente fondamentale della realizzazione dei filmati, dato che è un'ottima forma d'arte per esprimere gli stati emotivi," afferma Chamberlain. "Trascorriamo molto tempo a perfezionare le partiture con i nostri talentuosissimi (e molto pazienti) compositori per assicurarci di ottenere la risposta emotiva che cerchiamo."

Due di questi compositori, Adam Burgess e il direttore Derek Duke, hanno prestato il loro talento per la creazione della nuova colonna sonora Cinematics che accompagna l'uscita dell'ultimo libro illustrato, e si sono impegnati a fornire alcune informazioni sulla composizione delle partiture per i filmati di Overwatch.

Lavorare all'unisono

La nuova colonna sonora Overwatch: Animated Shorts è una raccolta di musiche uniche per ogni filmato di Overwatch, a partire da "Rinascita" per finire con "Rimpatriata". È una collezione formata dalla passione e dall'amore per il mondo futuristico di Overwatch del team delle musiche che ha composto, registrato e dato vita a ogni nota delle 11 tracce che accompagnano i filmati animati di gioco e le origini degli eroi.

"I giochi e l'intrattenimento delle storie che raccontiamo sono la nostra passione," ribadisce il direttore Derek Duke, che ha guidato la direzione musicale dei filmati. "Si tratta di lavorarci su finché non sembra giusto e fa il suo dovere. Ci possono volere da un anno ai due per completare alcuni dei lavori su queste colonne sonore, sia che partiamo con i sentimenti e le considerazioni giuste o che ci troviamo in fase di missaggio alla fine di un progetto, cercando di comprendere come carpire quell'ultimo briciolo di emozione dagli ascoltatori per farli commuovere. Facciamo tutto il necessario per tirare fuori il meglio dalla nostra musica."

Per il team dell'audio, comporre brani è come tessere una storia complessa sulle linee di un pentagramma. La squadra talentuosa di musicisti che orchestra ogni colonna sonora dei filmati lavora in sinergia per integrare il mondo e i personaggi a cui i colleghi artisti e animatori hanno dato vita, comunicando e valorizzando la storia raccontata sullo schermo. "La musica ha il potere di attirare le emozioni in un modo che le altre cose non hanno, ma questo potere dev'essere esercitato bene," afferma il compositore Adam Burgess.

Utilizzare la musica per far emergere delle emozioni durante un filmato e trasportarle nel modo previsto può essere un compito arduo per il team; in particolare, secondo Duke, perché non c'è mai un'unica soluzione a un determinato problema.

"Non si tratta semplicemente di premere un pulsante per rendere tutto estremamente alto o basso," afferma. "Anche tornando indietro al primissimo filmato, nella parte in cui il ragazzo parla con Tracer nel museo riguardo a come il mondo abbia bisogno di nuovi eroi, stavamo cercando di creare qualcosa di nuovo nel franchise e all'inizio avevamo inserito un lievissimo suono al sintetizzatore. Alla fine, pensavamo di poter utilizzare quelle morbide note, ma qualsiasi cosa facessimo, non riuscivamo ad armonizzare il tutto e ottenere la risposta emotiva desiderata. Perciò abbiamo deciso di cambiare e abbiamo optato per il pianoforte. Pressoché immediatamente, abbiamo ottenuto una reazione molto più emotiva, perché il piano è uno strumento più umano e ha una lunga storia nella nostra cultura. Ci ha dato esattamente quella forza emotiva che volevamo."

Dosare perfettamente quella forza è un processo che richiede una minuziosa messa a punto e prove su prove. Il continuo botta e risposta collaborativo tra compositori, produttori e direttori dei team di Overwatch è la chiave per il sentimento vero racchiuso in ogni partitura che compongono. "La miglior reazione emotiva dal pubblico viene quando le cose sono assolutamente allineate," asserisce Burgess, "ed ecco perché ci vuole molto tempo. Si tratta di ripetere costantemente tutto per fare le cose per bene, tenendo in tensione gli ascoltatori. La musica è molto legata alla storia ed è da lì che proviene molta della forza emotiva."

La colonna sonora Cinematics è il culmine di tutti questi anni di sforzi e una testimonianza delle imprese del team per perfezionare l'impatto della loro musica. E per Duke, Burgess e gli altri compositori e progettisti audio, è come un essere vivente che è stato una parte importante della loro vita.

"La musica è più di un semplice lavoro," afferma Duke. "Per noi è una cosa autentica, una parte molto importante delle nostre vite. La viviamo ogni giorno. È diventata un'estensione di noi stessi."


Goditi la musica di ogni filmato di Overwatch e scopri come vengono realizzati i corti animati con il nuovo album Overwatch: Animated Shorts e il nuovo The Cinematic Art of Overwatch: Volume 2. Dai un'occhiata alla playlist di YouTube per provare alcuni dei brani e vai su playoverwatch.com/music per scoprire dove poter ascoltare la colonna sonora quando sarà disponibile nella tua regione.

0 commenti