Hex Mask UI Icons Arrow Down Arrow Left Arrow Right Arrow Up Brackets Calendar Checkmark Chevron Down Chevron Left Chevron Right Chevron Up Clock Close Connect Copy crown download Ellipsis External URL Favorite (off) Favorite (on) Fullscreen Help Home Info Live Minus Mobile Menu Mobile Overflow Paginate Dot (filled) Paginate Dot (empty) Pin Placeholder Icon Play Video Circle Play Video Plus Search Team No-Team-Logo_Fallback_003 Ticket Trophy User Input Video Video Play Icon World X Game Mode Icons Hero Icons Map Icons Platform Icons Social Icons Mobile Discord Facebook Instagram Reddit Twitch Twitter VK Youtube Weibo WeChat Workshop Icons WorkshopControl WorkshopShare WorkshopInfinite

Una cronaca funesta: uno sguardo a Deadlock Rebels con l'autrice Lyndsay Ely

Una cronaca funesta: uno sguardo a Deadlock Rebels con l'autrice Lyndsay Ely

Il mondo non ha mai avuto più bisogno di eroi come dopo la disastrosa Crisi degli Omnic. Le nuove leve della Deadlock Gang potrebbero non essere gli eroi di cui il possibile mondo futuro di Overwatch ha bisogno, ma sono comunque qui in tutta la loro riottosa gloria da pistoleri.

Deadlock Rebels è un romanzo ambientato nel Southwest americano di Overwatch durante gli anni tumultuosi a seguito della Crisi degli Omnic, che approfondisce la fondazione della nota Deadlock Gang. Elizabeth Caledonia Ashe, una giovane ladra opportunista diseredata di recente dalla famiglia, si unisce a Jesse McCree e al proprio maggiordomo Omnic, B.O.B., per cavalcare l'onda della malavita.

Il romanzo è scritto dall'autrice Lyndsay Ely, equipaggiata con una pletora di conoscenze del Western futuristico sin dalla pubblicazione della sua prima opera, Gunslinger Girl, la storia di una coraggiosa eroina che affronta "il West del domani". Con quest'esperienza del genere, ha composto una storia che narra di ardite rapine, pericolose alleanze e legami di fratellanza che superano il fardello del sangue.

Abbiamo contattato Lyndsay Ely per parlare dell'arte della scrittura di romanzi, di com'è stato lavorare a braccetto col team narrativo di Overwatch e di come ha fatto a dare voce ai nostri ribelli preferiti.


Puoi descriverci la strada che hai percorso per diventare un'autrice? Com'è stato pubblicare il tuo primo romanzo?

Be', anzitutto, ho scritto per molto tempo prima di riuscire anche solo a finire un intero romanzo... Ricordo di aver scritto sin dalla prima media! È stato il mio secondo manoscritto terminato (tra molti, molti lasciati inconclusi) a diventare Gunslinger Girl, il mio debutto. Sono stata incredibilmente fortunata a trovare un team così entusiasta e incoraggiante, nonché diversi miei amici scrittori a darmi manforte, dato che pubblicare il proprio primo libro fa provare senza dubbio una caterva di emozioni!

Come sei finita nel mondo del gaming a scrivere un romanzo di Overwatch?

Mi piace pensare che sia stato dovuto al karma di Blizzard accumulato negli anni giocando a StarCraft e Diablo II, ma come per tutto nel mondo della pubblicazione, è stata un po' fortuna e un po' impegno. L'editore ha contattato il mio agente per una potenziale collaborazione al progetto, ragion per cui ho abbozzato alcuni capitoli d'esempio. Per mia fortuna sono piaciuti, perché non appena ho iniziato a scrivere del loro mondo non ho più voluto smettere!

Che cos'hai imparato pubblicando il tuo primo romanzo Deadlock Rebels?

Anzitutto, che non devo farmi spaventare dalle scadenze. Deadlock Rebels è senza dubbio il libro che ho scritto più velocemente, ma avevo già fatto alcune revisioni veloci ed è stato così divertente scrivere di questi personaggi che le prime bozze sono venute su piuttosto rapidamente.

Sia Gunslinger Girl che Deadlock Rebels sono opere di finzione Western futuristica. Qual è la parte che ti entusiasma di più del genere?

Sono abbastanza sicura che il mio amore per i Western futuristici sia nato con Le avventure di Brisco County Jr., un Western steampunk, la mia serie TV preferita di quando ero bambina. Di solito, gli elementi di un Western si uniscono molto bene agli altri generi. Aggiungi un po' di fantascienza o fantasy e ottieni prodotti fantastici come Cowboy Bebop, la serie di libri de La torre nera, Star Wars e così via. Credo che i Western futuristici siano particolarmente divertenti perché puoi prendere alcuni elementi classici, come armi, il sistema dei trasporti e terre ostili, e dare sfogo alla tua creatività.

Ci sono stati elementi specifici dell'universo di Overwatch e dei suoi personaggi di cui sei stata particolarmente felice di approfondire nel romanzo?

Di solito mi piace tutto ciò che può modificare o mischiare i generi, cosa che Overwatch fa tantissimo già di suo. Nonostante il romanzo in sé sia abbastanza indipendente, c'è sempre il fatto che la conoscenza del mondo attorno a esso è molto estesa, e questo ha senza dubbio aiutato a definire meglio alcuni elementi del romanzo.

Quali sono le parti di una storia di cui preferisci di più scrivere?

Adoro tantissimo scrivere scene d'azione. Mi piace l'energia che sprigionano, la sfida del dover muovere molti elementi in una scena, cercare di far funzionare il tutto (e inoltre, aggiungervi esplosioni). Un'altra delle mie parti preferite è la creazione dei personaggi, tantissimi personaggi! Per me la vera sfida è frenarmi dall'aggiungere troppi personaggi in una storia.

Che tipo di ricerca hai fatto per Deadlock Rebels?

Ho iniziato a consumare quanti più contenuti di Overwatch ho potuto. Ho guardato tutti i filmati, gironzolato per i siti web dei fan, guardato video di gioco e, ovviamente, ho letto L'eroe di Numbani di Nicky Drayden (naturalmente, mi sono appassionata a molte delle storie dei personaggi). E se mettere in riproduzione costante la canzone di Rimpatriata conta come ricerca, be', ho fatto anche quello (assieme a diverse altre canzoni dei The Heavy Horses).

Eri già una fan di Overwatch prima di questo romanzo o hai iniziato a giocare mentre scrivevi?

Detesto doverlo ammettere, ma non ho ancora giocato a Overwatch! Conosco bene il gioco però, grazie alle convention videoludiche e ai miei amici videogiocatori. Le cose che adoro di più del gioco sono la grandezza del suo universo, la quantità di personaggi e la vasta gamma di elementi che lo caratterizzano. Sono certa che L'eroe di Numbani accenna a una produzione animata di Overwatch, perché ricordo di aver pensato a quanto vorrei tanto vederla!

Ashe e McCree sono entrambi personaggi complessi con un rapporto abbastanza complicato. Quali sono state le tue parti preferite di cui hai scritto su di lui e sulla loro amicizia nel passato di Overwatch?

Questi due presentano un sacco di dinamiche divertenti. Sono competitivi, si stuzzicano, partono dall'essere due sconosciuti al diventare complici fino a sviluppare un'amicizia autentica. C'è anche un lato malinconico, visto che sappiamo che la loro amicizia si spezzerà a un certo punto, ma quello non ha fatto che aggiungere una sfaccettatura unica alla sfida della scrittura.

Ti senti particolarmente in sintonia con qualche personaggio specifico?

Direi senz'ombra di dubbio Ashe. Adoro il fatto che sia spinosa e autoritaria, ma dentro di sé sia più gentile di quanto lasci trasparire, specialmente quando si tratta di B.O.B. e dei suoi nuovi amici. Mi ci ritrovo molto.

Come te la sei cavata a scrivere un romanzo i cui personaggi e universo erano già perlopiù stabiliti?
In tutta sincerità, ho sempre voluto fare qualcosa del genere! Sono cresciuta coi fumetti (e li leggo tutt'ora!) e ho sempre sognato di poter scrivere storie sui personaggi di cui ho letto.

Nello specifico, per questa storia, la sfida maggiore per me è stata cercare di immaginare come fosse il mondo in un periodo specifico. Deadlock Rebels è ambientato non molto tempo dopo la Crisi degli Omnic, ma alcuni decenni prima dell'epoca attuale di Overwatch. Per cui ho dovuto riflettere abbastanza su come fosse la tecnologia, su come stessero vivendo il dopoguerra le persone, quali tipi di recupero fossero ancora in atto e così via, e come tutti questi elementi avrebbero influenzato la storia e i personaggi.

Com'è stato collaborare col team di Overwatch, nello specifico il team narrativo?

Senza dubbio diverso da tutto ciò che ho mai fatto finora! Ma a chi non piace parlare dei propri fandom? Naturalmente avevo molte, molte domande per il team narrativo, ma mi sono anche divertita un sacco a lavorarci e, per quanto alcune parti di storia fossero già impostate, mi sono stupita di quanto spazio ci fosse per la creatività quando si è trattato dei personaggi, dell'ambientazione e così via.

Cosa speri che i fan apprezzino di più durante la lettura di Deadlock Rebels? C'è qualcosa in particolare che vorresti che sappiano?

Spero che si divertano a leggerlo e che imparino a conoscere un po' meglio Ashe, McCree, B.O.B. e gli altri.

E, ve lo assicuro, giocherò al gioco prima o poi, e sarò anche sicuramente molto scarsa.


Prendi la dinamite e preparati per uno scontro a fuoco: la Sfida Deadlock di Ashe è arrivata! Da ora fino al 5 luglio, gioca partite per ottenere nuove ribelli ricompense, tra cui un'icona, spray con i tuoi pistoleri preferiti e il modello Ashe Deadlock. Inoltre, dai un'occhiata a Deadlock Rebels, un nuovo romanzo di Overwatch scritto da Lyndsay Ely, e leggi subito l'accattivante primo capitolo (oppure fattelo leggere dal tuo maggiordomo Omnic).

0 commenti